Illegittima l’autoriduzione del canone di locazione pur in presenza di vizi

Con la sentenza n. 12427 del 9 novembre 2016 il Tribunale di Milano è stato chiamato a valutare la legittimità della autoriduzione del canone di locazione da parte del conduttore in presenza di vizi del bene limitativi del godimento dello stesso.

Con il provvedimento si é statuito che “il conduttore non può autoridursi il canone nel corso della locazione anche se l’immobile locato presenta vizi sopravvenuti tali da limitarne l’uso”.

Secondo il giudicante, infatti, il versamento di un corrispettivo in misura diversa da quella pattuita costituisce un fatto arbitrario e illegittimo che può portare alla risoluzione del contratto per inadempimento da parte dell’inquilino.

Scrivi commento

Commenti: 0